Yukio Mishima, testo tratto da”sole e acciaio”

Share
Tweet