Guarda.
Sei in un posto qualsiasi
e ti raggiunge un albero,
un muro, un viso.
Il centro del mondo è poco lontano da te,
è nelle vie secondarie, ti aspetta
dove non ti aspetti niente.
Prendi una forchetta in mano
come se fosse un momento solenne,
porta il bicchiere alla bocca
come se fosse un gesto sacro,
sorridi perché ogni sorriso apre
una piega nel muro della vecchiaia.
Fai cose coraggiose,
ti fa ringiovanire.
E poi torna, pensa che sei contento,
fallo sapere ai tuoi errori
che li vedi, li riconosci
e li guardi con clemenza.
Guarda dentro e guarda fuori,
guardare è una culla.

Testo: Franco Arminio ,  testo tratto dal libro “Cedi la strada agli alberi”, segnalato da Davide Garzino
Fotografia: di Marco Gattinoni

2018-04-11T07:59:44+00:00

About the Author:

Davide Garzino
Ingegnere, appassionato di montagna e panettiere per passione e professione nel mitico “Forno Garzino” di Calcinere. Tra poesie e follie e co-curatore della rubrica “Angoli di poesia”

Scrivi un commento