Le valli del Monviso sono precedute da un’ampia parte di territorio pianeggiante costituito dalle pianure saluzzesi e pinerolesi. Queste terre sono state per lungo tempo nel passato luoghi di importanza strategica e culturale, e molte sono le testimonianze architettoniche ed artistiche che meritano una visita.

saluzzo_salita_al_castelloSaluzzo, la bella ai piedi del Monviso (approfondimento e video)
Stagliata contro la sagoma maestosa del Monviso, Saluzzo incarna con le terre del suo Marchesato, il miraggio di un medioevo fiabesco, celebrato da Boccaccio, nei luoghi che ancora oggi si incontrano arrampicandosi per i suggestivi vicoli del borgo tardo medievale e sfilando sotto le facciate sontuose dei palazzi della salita al castello. La suggestiva Saluzzo con il suo centro storico, una magia di vie, scalinate, chiese ed eleganti palazzi nobiliari, vi regala alcuni preziosi gioielli artistici: Casa Cavassa, la chiesa di San Giovanni, la cattedrale, la Castiglia e la casa di Silvio Pellico.

abbazia cistercense di staffardaL’abbazia di Santa Maria di Staffarda (approfondimento e video)
Il saluzzese è terra di abbazia; qui si conservano alcuni tra gli esempi più interessanti di centri monastici medievali. L’abbazia di Santa Maria di Staffarda, tra i più antichi complessi cistercensi del Piemonte, offre ancora integri molti degli spazi monastici disposti intorno al chiostro e all’interno dell’antico recinto. Il percorso guidato consente di cogliere gli aspetti quotidiani della vita dei monaci ma anche le prestigiose testimonianze artistiche e architettoniche che ne fanno uno dei monasteri di maggior interesse del nord Italia.

castello di mantaI castelli del saluzzese (approfondimento e video Manta)
La visita ai castelli di Manta e di Lagnasco, straordinari esempi dell’architettura castellana del Medioevo e del Rinascimento, arricchisce il programma della giornata. All’interno del castello di Manta si susseguono diversi ambienti di prestigio tra questi il famoso salone baronale con il ciclo di affreschi dei “Prodi e delle Eroine” e della “fontana della Giovinezza” che ne ricopre le pareti, una rara testimonianza di pittura profana tardogotica del nord Italia. I castelli di Lagnasco, tre edifici differenti, recentemente restaurati e aperti al pubblico, conservano lo splendido “salone degli scudi”, ornato da un fregio araldico e la “loggetta delle grottesche”, affrescata in onore della visita di Emanuele Filiberto di Savoia nella seconda metà del Cinquecento. La visita ai castelli di Lagnasco comprende anche la recente mostra di arte contemporanea “Firme da Collezione” con capolavori di maestri dell’arte dell’Ottocento da Reycend, Delleani e Fontanesi fino al Novecento di Severini, Sironi, De Chirico, Guttuso, Carrà, Casorati e Menzio.

Dove dormire
Barge – Alter Hotel****
Barge – Bed and breakfast Il bosco delle terrecotte
Costigliole Saluzzo – Albergo Castello Rosso****
Saluzzo – Bed and breakfast Domus Aurea
Verzuolo – Agriturismo Giselberga