Forno Fenoglio

Comune: Bagnolo Piemonte
Indirizzo: Via Villaretto, 64 – Cap:12031

Telefono: +39
Cellulare: +39 333 6881075
Email: mauryfenoglio@hotmail.it

GustaMonviso pane e prodotti da forno delle valli del Monviso in Piemonte.
Il Forno Fenoglio si trova a Bagnolo Piemonte, nella fraz. di Villaretto, dove, in mezzo ai frutteti di mirtilli, noccioli e vigneti, è stato realizzato questo piccolo laboratorio del gusto che propone una piccola, ma variegata, produzione di pane e dolci tradizionali piemontesi. Le persone attente alla qualità e interessate ai prodotti del territorio, qui forno fenoglio_batiajetroveranno o riscorpriranno antichi sapori che rischiavano di andare perduti nel tempo, oltre ad una grande passione che ha spinto Maurizio ad intraprendere questa attività, riproponendo ricette di famiglia come le Batiaje (paste di
meliga), i baci di dama e torta alle nocciole di Alba e i Krumiri.
L’attenzione alle materie prime e alla qualità dei prodotti si concretizzano con una filiera aziendale di produzione di farine di alta qualità, di ingredienti provenienti solo ed esclusivamente da aziende agricole e piccoli caseifici del territorio, di lieviti naturali e dalla cottura in un forno a legna appositamente progettato e costruito da Maurizio.

Per maggiori informazioni sulla storia e sui prodotti leggi “Forno Fenoglio, un esempio di economia a km0

Dove trovate i prodotti dell’az. agricola:
Vendita diretta in azienda.
Il sabato è possibile trovare i prodotti presso La Tominera di Bagnolo Piemonte in Via Bibiana 86 negli orari negozio 8,00-12,30 / 15,00-19,00.

Periodo di produzione:
Tutto l’anno, la preparazione del pane in settimana avviene solo su prenotazione tramite telefono, sms, email, il martedì e il Giovedì e consegnato gratuitamente a domicilio, insieme alla pasticceria, nel pomeriggio, nella zona di Bagnolo Piemonte, Barge, Cavour, Osasco, Pinerolo oppure ai gruppi di acquisto di San Secondo di Pinerolo (consegna al martedi’ ore 18,15-19.00 presso Cascina Gardiol), Circolo Stranamore di Pinerolo (giovedi’ ore 19,00-19,30) Gas di Avigliana, Gas la città che cresce di Moncalieri

Contattare la struttura

Tipologie di prodotti:
IL PANE
Realizzato con l’uso di farine biologiche* macinate a pietra con un procedimento a lievitazione naturale con lievito madre, e successivamente cotto in forno a legna con lla combustione di fascine di quercia e nocciolo.
Sono 12 i tipi di pane prodotti, a partire da quelli tipici della zona come:
– il profumatissimo “campagna”, un pane ben cotto ottenuto impastando farina “0” con un’antica e pregiata semola “Senatore Cappelli”;
– il “montagna”, una miscela di 2 tipi di grano e segale integrale;
– le“Stiraj” e pagnotte rustiche;
– lo speciale “Panfrutta”, molto adatto da abbinare a formaggi di capra,salumi e marmellate;
– alle olive taggiasche;
– l’Altamura;
– ai formaggi nostrani;
– la “Boviaga”, un pane tipico dei popoli walser,
– il pan Micoula valdostano
*Le farine biologiche macinate a pietra provengono dal Mulino Sobrino di La Morra (Cn).

BOVIAGA, PANE WALSER
Il pane di segale costituiva la base dell’alimentazione delle popolazioni walser. Prodotto due volte all’anno, in primavera e in autunno, nei forni comuni, era conservato su di una speciale rastrelliera appesa al soffitto che ne garantiva la conservazione per essiccamento. Il raccolto delle granaglie che i walser riuscivano ad effettuare copriva spesso a malapena un quarto del fabbisogno vitale, il rimanente doveva essere acquistato dalle popolazioni delle valli. Il costo di questo alimento era reso ancor più caro quindi nell’impasto oltre alle farine venivano aggiunte patate stufate e miele; anche l’accensione del forno per la cottura, data la bassissima temperatura ambientale, richiedeva una grande spesa di legna e di energie. L’incarico di cuocere il pane veniva dato a turno ad una famiglia che vi provvedeva, aiutata da tutti, in un rito di diversi giorni che aveva al tempo stesso il sapore del sacro e la gioia della festa. Il pane si lasciava quindi seccare e venivano mandati i bambini a prenderlo un po’ alla volta, obbligati a fischiettare allo stesso tempo per evitare che lo mangiassero di nascosto. Questo dopo mesi diventava duro come pietra, per mangiarlo veniva spezzato con uno speciale coltello a leva, fissato in un particolare tagliere, e poi ammorbidito in brodo o latte.

PAN MICOULA
Prodotto della tradizione locale della bassa Valle d’Aosta. Pur non essendo un dolce, un tempo era considerato il pane delle feste. Oggi viene preparato quasi esclusivamente in casa, ed il suo impasto è costituito da una miscela di farina di segale e farina di grano tenero in parti uguali, a cui si aggiungono uova,castagne,uvetta, burro e una piccola quantità di zucchero. Di forma rotonda, leggermente alta.

LA PASTICCERIA SECCA
Cavalli di battaglia del Forno Fenoglio sono sicuramente le Batiaje, prodotti tipici per eccellenza dell’alta Valle Po,riscoperti grazie alle originali ricette di famiglia, gia’ sfornate alla fine del 1800, erano offerte ai battesimi (da qui il nome batiaje), sono particolarmente adatte ad essere accompagnate a zabaione, cioccalata calda e gelato alle creme. Meno storici, ma ottimi da gustare, sono gli altri dolci tipici del Piemonte prodotti dal forno, come i baci di dama e le torte di nocciola, con le pregiate nocciole di Alba varieta’ tonda gentile trilobata, e i Krumiri altro biscotto storico del Piemonte.

2017-11-18T14:33:44+00:00

About the Author:

Monviso Piemonte

Monviso Piemonte propone un turismo più sostenibile legato ad attività outdoor in un contesto paesaggistico ancora in larga misura intatto.
Vieni a scoprire le valli del Monviso, città d’arte e borghi alpini, splendidi paesaggi montani, sapori della cucina di tradizione e dei prodotti del territorio, attività sportive e rilassanti passeggiate… MonvisoPiemonte, una montagna di persone.

Leave A Comment